FANDOM


Ancelotti

Carlo Ancelotti è un allenatore, ex centrocampista, nato il 10 giugno 1959. È attualmente l'allenatore del Real Madrid[1], e detiene il primato, assieme a Miguel Muñoz, di aver vinto due Champions League da giocatore e da allenatore.[2]

CarrieraModifica

Carriera da calciatoreModifica

ParmaModifica

175px-Carlo Ancelotti Parma

Ancelotti con la maglia del Parma, in Serie C

Ancelotti iniziò a giocare a calcio nella squadra del suo paese natale, il Reggiolo, dove fece parte della formazione Juniores. A 16 anni passò nelle giovanili del Parma con cui successivamente esordì in Serie C nella stagione 1976-1977, poco più che diciottenne. Nella squadra emiliana si mise in luce nel ruolo di mezzapunta[3] e disputò ottimamente la stagione 1978-1979, coronata con la promozione promozione in Serie B dopo lo spareggio con la Triestina vinto per 3-1, nel quale realizzò una doppietta.

RomaModifica

Venne scoperto da Nils Liedholm che nell'estate del 1979 e lo portò alla Roma, precedendo di poco l'Inter, con cui Ancelotti disputò anche un tempo in un'amichevole estiva. Il tecnico svedese intravide le potenzialità che Ancelotti avrebbe potuto esprimere, se impiegato diversamente e ne fece un mediano. Fece il suo esordio in Serie A il 16 settembre 1979 in Roma-Milan finita in un pareggio sullo zero a zero. Nel 1985 divenne capitano della squadra, con la quale vinse uno scudetto (1982-1983) e 4 Coppe Italia (1979-1980, 1980-1981, nella cui finale di andata realizzò una rete, 1983-1984, 1985-1986) in otto anni.

Ripetuti infortuni alle ginocchia (il destro nell'ottobre 1981 contro la Fiorentina a Roma e in allenamento nel gennaio 1982 prima dell'incontro con l'Ascoli e il sinistro nel dicembre 1983 contro la Juventus) gli impedirono di giocare con continuità nelle stagioni 1981-1982 e 1983-1984 e di partecipare alla spedizione mondiale azzurra di Spagna 1982.[4]

MilanModifica

175px-Carlo Ancelotti Milan

Carlo Ancelotti con la maglia rossonera nell'anno 1988-89, come si può notare dallo scudetto.

Nel 1987 passò al Milan per 5,8 miliardi di lire. Con la maglia rossonera Carlo Ancelotti vinse quasi tutto: due scudetti, due Champions League, due Coppe Intercontinentali, due Supercoppe Europee e una Supercoppa Italiana. [5]
Chiuse la carriera nel 1992, a soli 33 anni, con il suo terzo scudetto personale, il secondo a Milano. Nell'ultima partita a San Siro realizzò anche una doppietta nella gara contro il Verona vinta per 4-0 dai rossoneri.

NoteModifica

  1. Ancelotti allenatore del Real Madrid
  2. Carlo Ancelotti su Wikipedia
  3. La prima volta che Ancelotti non ha mai dimenticato
  4. Preparava l'anno dei Mondiali, la sua grande stagione: dovrà invece starsene fermo per otto mesi.
  5. Hall of Fame - Carlo Ancelotti